Per informazioni chiama al

Studio Dentistico CarpegnaTel. 011.5628278

Studio Dentistico Carpegna

Odontoiatria Restaurativa

 

Per odontoiatria restaurativa (o conservativa) si indica la branca dell'odontoiatria che si occupa della prevenzione e della terapia delle lesioni sia congenite che acquisite dei tessuti calcificati degli elementi dentali.
I restauri in conservativa possono essere diretti quindi eseguiti direttamente in bocca del paziente o indiretti i quali sono creati dal tecnico in laboratorio e successivamente cementati in bocca.
I restauri diretti sono meglio conosciute col nome di otturazioni.
I restauri indiretti affinchè vengano realizzati e poi cementati sono necessarie più sedute. Rappresentano la soluzione ideale per ricostruire quei denti in cui la carie ha distrutto molta sostanza dentale. Vengono denominati intarsi e vengono realizzati in materiale estetico.

 

La terapia restaurativa si propone di conseguire i seguenti obiettivi:

  • Eliminazione dei fattori causali della malattia e motivazione del paziente ad un ottimale controllo della placca batterica ed a seguire una dieta corretta;
  • Intercettazione ed arresto, se possibile, delle lesioni decalcificanti iniziali mediante terapie non invasive e di rimineralizzazione;
  • Prevenzione delle lesioni cariose, mediante misure non invasive ma irreversibili (sigillatura dei solchi).

 

Terapia convenzionale delle lesioni dei tessuti duri con i seguenti obiettivi:

  • Mantenimento della vitalità pulpare e prevenzione di futuri danni ai tessuti calcificati;
  • Restituzione di forma e funzione dei singoli denti;
  • Integrazione estetica del restauro alla normale distanza di conversazione, se ciò è desiderato dal paziente e clinicamente attuabile.

Conservativa

La conservativa è una disciplina odontoiatrica che si dedica alla prevenzione, diagnosi e trattamento delle carie al fine di ristabilire una forma ed una funzionalità corretta al dente, oltre ad una piacevole estetica.

La carie è considerata infatti una patologia a tutti gli effetti, multifattoriale, dovuta principalmente alla distruzione del dente da parte dei batteri che si accumulano sotto forma di placca e che, trasformando gli zuccheri in acidi, distruggono il dente.

 

Una volta che il dente è stato danneggiato si provvede alla sua ricostruzione che può avvenire mediante:
Otturazioni: si effettuano nel caso in cui il dente non e troppo danneggiato e possono essere effettuate in materiale estetico simile al dente ( composito) o in amalgama.
Intarsi: nel caso in cui la parte mancante risulti troppo grande la ricostruzione viene fatta dall' odontotecnico sulla base dell'impronta del dente effettuata in studio dal dentista e successivamente cementata al dente stesso.


CHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI